Ser Tea Zeit

Start ▼

Chi siamo

Foto di gruppo della compagnia delle memorie

Ser (in armeno il verbo amare)

Tea (contrazione di teatro)

Zeit (in tedesco, tempo)

L’amore del tempo del teatro. Un teatro che non conosce confini e barriere. Una Onlus che ha acquisito importanti esperienze e avviato prestigiose collaborazioni in tutto il mondo.

Da oltre 20 anni perseguiamo l’obiettivo di informare per conoscere, per un teatro sociale e civile che sia strumento di responsabilizzazione delle nuove generazioni.

Crediamo che una corretta informazione, una ricerca condivisa con gli allievi delle scuole superiori e dell’università, possa combattere i semi dell’odio di un tempo di genocidi, massacri e violenze.

Sostenitori e partners

Logo Comune di Milano Logo Comune di Pavia Logo Biblioteca Havel di Praga Logo Intesa San Paolo e Ciscam Logo Consolato Onorario della Repubblica Ceca a Milano Logo Fondazione Cariplo e Centro Ceco Logo Gariwo Logo Consolato Onorario della Repubblica di Armenia a Milano

I nostri numeri

Compagnia delle Memorie

21 attori dai 18 ai 25 anni

Laboratori teatrali

21 nelle scuole superiori della Lombardia

Accademie teatrali universitarie

3 (Milano, Pavia e Monza)

Operatori teatrali

2 professionisti, 4 tutor sr. e 4 tutor jr.

Allievi delle scuole di teatro

711

Pubblico presente alle rappresentazioni

Oltre 7000

Il catalogo

Siranó, quel di Bergerak

Un nostro adattamento del testo da tutti conosciuto. Siranó è una storia di un amore impossibile, dove cadetti, pasticceri, frati, buoni e cattivi giocano a stupire e a condurre per mano il pubblico alla scoperta della bellezza delle differenze.

Romeo & Juliet .net

Chi sono oggi Romeo e Giulietta? Quali le fazioni in campo che possono alimentare l’odio e costruire muri, laddove l’amore li vuole abbattere? In un aereoporto di Instanbul, crocevia del mondo, sotto gli occhi di un regista scorrono i dialoghi tra i Romeo e Giulietta di oggi.

Viva la rivoluzione!

Decima messa in scena per la nostra compagnia dei testi di Vaclav Havel. Portiamo sulle tavole una commedia satirica, in cui Havel fa confluire la sua esperienza di "teatro dell’assurdo" nella scrittura politica e filosofica del "dissidente praticante".

Tu grande e io piccolo

La vita di un grande leone viene stravolta dall’incontro con un piccolo elefantino. La loro amicizia insegna come l’accoglienza e l’accettazione al di lá di tutto possano far diventare grandi le piccole cose.

La cosa piú importante

Nella foresta dei saggi animali è in corso una riunione per stabilire quale sia la cosa piú importante: tanti animali e tante opinioni differenti ci faranno capire che la cosa piú importante puó anche essere diversa per ognuno di noi.

Il gatto Filippo

Una storia all’insegna della libertá al di sopra di ogni credo, la libertá di andare dove si vuole, guardare ed osservare il mondo circostante, come ci insegna Filippo, curioso spettatore da un palchetto di un teatro, in cerca della sua storia da raccontare.

Chiudi gli occhi e prendimi per mano

L’accoglienza attraverso gli occhi di due adolescenti: un viaggio immaginario tra gli odori, le sensazioni e le percezioni di un tappeto magico e dei suoni che esso crea, semplicemente chiudendo gli occhi e provando a fidarci anche di una mano nuova e sconosciuta.

The memory of the elephant

Marcella è una vecchia, vecchissima elefantessa. Lasciati incantare dalla straordinaria collezione delle sue memorie. Troverai l’Empire State Building, un cappello a cilindro, un tiramisú, un fiore gigante, la Tour Eiffel... e un gigantesco casco di banane.